DICEMBRE 2023

Ocrim risponde alle crescenti esigenze del mercato e all'aumento costante degli ordini con una decisione strategica di rilievo. Per soddisfare la domanda in continua crescita e garantire un servizio ottimale ai propri clienti, Ocrim ha scelto di espandere il proprio sito produttivo, rimanendo fedele al legame con il territorio di Cremona.

Dopo un'attenta analisi degli spazi disponibili presso il porto canale, dove attualmente si estendono 30.000 metri quadrati di aree produttive già di proprietà dell’azienda, era stato identificato il luogo ideale per questo ampliamento. Tuttavia, una revisione delle strategie produttive ha portato a considerare questa area del porto canale adatta per altri progetti futuri, che contribuiranno a mantenere il forte legame con quella zona del territorio cremonese.
La ricerca di nuove soluzioni, quindi, ha portato la famiglia Antolini – azionista di Ocrim - a individuare e ad acquistare un sito produttivo di circa 20.000 metri quadrati in via Milano, alle porte della città e a soli 300 metri dalla sede aziendale principale di via Massarotti. Si tratta di un'area attualmente dismessa, un tempo appartenente alla storicissima azienda "Officine meccaniche Umberto Piacenza", famosa nel mondo per la progettazione e costruzione di rimorchi per camion, in Cremona dal 1920 fino agli anni 2000. Un’azione strategica, ma volta anche a preservare la storicità di questa area produttiva e quindi a tutelare un certo “sentimento” e a fortificare il legame con la città di Cremona. La struttura architettonica della parte produttiva esistente, infatti, sarà mantenuta e saranno eseguiti lavori di consolidamento, rinnovo totale, riqualificazione e bonifica dell'area per ospitare una parte della produzione di Ocrim. I lavori inizieranno all'inizio del 2024 e si prevede che saranno completati entro la fine del 2025.

Questo impegno significativo segna un ulteriore passo avanti nel percorso di crescita di Ocrim, con il continuo sostegno e la fiducia dei clienti di tutto il mondo.
Il panorama molitorio, si volge sempre di più verso Cremona, evidenziando il successo della strategia intrapresa dalla famiglia Antolini e dall'intero team di Ocrim. L'obiettivo di essere un protagonista di spicco nel mercato, con un approccio controcorrente che mira a una produzione totalmente incentrata all'interno dell'azienda ha portato risultati tangibili.
Ocrim ha esteso la sua presenza su scala globale, toccando diversi continenti e numerosi Paesi, sia già consolidati che quelli appena esplorati o trascurati da anni. Tutto ciò ci racconta che è stato fondamentale mantenere salde le radici produttive a Cremona, la città che vide la nascita di Ocrim 78 anni fa grazie al Cav. Guido Grassi.
Il legame con Cremona, inteso come ponte tra la città e il resto del mondo, ha sempre caratterizzato l'approccio di Ocrim al lavoro. Negli ultimi anni, questo legame è stato ulteriormente fortificato, consolidando la reputazione di Ocrim come un'azienda globale con radici salde nel tessuto storico e produttivo della città.